Frequenze strutturali e geopatie

L’influenza delle frequenze strutturali nella salute dell’uomo: le geopatologie.

1 La Biosfera
È l’ampia zona del nostro pianeta dove è presente la Vita. E ‘un immenso laboratorio dove avvengono continuamente innumerevoli interazioni tra una serie di elementi come la pressione atmosferica, la temperatura, l’umidità ed un certo numero di sostanze chimiche, ma anche campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici infinitamente più sottili, generati dalla interazione tra le energie cosmiche e quelle telluriche.
La Terra è sottoposta alla grande forza di coesione esercitata dal magnetismo della nostra galassia. Questa grande sorgente energetica, che con la sua evidente rotazione e spiralizzazione genera un polo nord ed un polo sud “universali”, influenza l’orientamento e la rotazione degli assi di tutti i soli e di tutti i pianeti. Questo movimento circolare alimenta anche il magnetismo endogeno della Terra, mentre dal Cosmo provengono enormi quantità di energia sotto forma di irraggiamento elettromagnetico.
Tutti riconoscono che non può esserci vita sul nostro pianeta senza la presenza del Sole il cui irraggiamento comprende ampie zone dello spettro elettromagnetico, e di cui l’occhio percepisce solo la ristretta banda delle frequenze della luce visibile. Seppure il corpo umano possa restare per settimane senza cibo, per giorni senza bere e per alcuni minuti senza ossigeno, è però impossibile che resista un solo secondo senza l’apporto energetico del Sole. Tuttavia nessuna biblioteca al mondo offre una letteratura valida sullo svolgimento di questo fondamentale fenomeno energetico. È altresì evidente che la sola differenza tra un corpo vivo ed un cadavere non è né fisica né anatomica, ma unicamente energetica.
Da alcuni decenni il Prof. Walter Kunnen1 si occupa dello studio delle complesse manifestazioni energetiche della Biosfera, approfondendo costantemente la conoscenza dei fenomeni collegati all’elettromagnetismo ed alla sua risonanza negli organismi viventi.

1.1 L’uomo è un’antenna
Walter Kunnen afferma che ciò che consente al corpo di nutrirsi favorevolmente di queste energie presenti nella biosfera o di subirne gli effetti nocivi è la sua primaria funzione di antenna che riceve, emette ed accumula.
Il principio fondamentale che regola questa funzione è la risonanza, cioè la capacità di “vibrare” in sintonia con determinate frequenze, così come avviene tra un diapason ed un “la” suonato da un violino perfettamente accordato. Lo studio elettromagnetico della Biosfera apre una prospettiva nuova sulle influenze che condizionano la vita. Ogni forma di vita, animale o vegetale, è sia una antenna ricevente che una sorgente di energia, che interagisce a sua volta con quella del nostro ambiente.

Continua a leggere